Volumi 1 - 10 su 1563. Volumi per pagina
  • Der lange Türkenkrieg, la lunga Guerra turca (1593-1606) – Vol. 2 Quick View
    • Der lange Türkenkrieg, la lunga Guerra turca (1593-1606) – Vol. 2

    • 8,99
    • Nel secondo volume della ‘Lange Türkenkrieg’, Chris Flaherty e Bruno Mugnai esaminano in profondità la guerra nell’Europa orientale e le sue implicazioni riguardo l’aumento delle armi da fuoco portatili, le tattiche di cavalleria e le tecniche d’assedio. Rispetto all’Europa occidentale, i fronti della Lunga Guerra mostrano una grande varietà di corpi e specialità combattenti originali. Alcuni argomenti, quale l’organizzazione militare dei principati romeni è qui trattata per la prima volta, così come inedite sono le dettagliatissime tavole illustrate raffiguranti soldati…
  • Der lange Türkenkrieg, the long turkish war (1593-1606) – Vol. 2 Quick View
    • Der lange Türkenkrieg, the long turkish war (1593-1606) – Vol. 2

    • 8,99
    • Chris Flaherty and Bruno Mugnai in this second volume of the ‘Lange Türkenkrieg’ examines in deep eastern European warfare and its implications in the global debate on infantry firepower, cavalry tactics and engineering techniques in this period. Covering relatively unknown corps and military specialities some topics such as the organization of the Romanian princedoms’ military, are discussed here for the first time, as well as fully detailed plates illustrating soldiers and militiamen in this less documented phase of European warfare…
  • L’esercito di Bisanzio in Italia (535 – 1071): dalla riconquista giustinianea alla caduta di Bari Quick View
    • L’esercito di Bisanzio in Italia (535 – 1071): dalla riconquista giustinianea alla caduta di Bari

    • 8,99
    • Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente fu Costantinopoli a mantenere vive le vestigia e tradizioni romane. Dalla nuova capitale sul Bosforo, opulenta città e ricca di fascino, ripartirono i tentativi di ricostruire l’unità spezzata. Ci volle quasi un secolo per organizzare una valida spedizione militare con l’ambizione di riconquistare le antiche terre perdute e questo fu possibile grazie al governo di Giustiniano I. La guerra che ne seguì, conosciuta come “guerra gotica”, durò quasi 20 anni, unificò la provincia con…
  • L’esercito piemontese alla vigilia della seconda guerra per l’indipendenza dell’Italia (1849-1859) – Vol. 2 La cavalleria Quick View
    • L’esercito piemontese alla vigilia della seconda guerra per l’indipendenza dell’Italia (1849-1859) – Vol. 2 La cavalleria

    • 8,99
    • Nel periodo storico universalmente riconosciuto come “Risorgimento italiano” un ruolo di primo piano venne ricoperto dall’Armata Sarda. Risorta nel periodo della restaurazione più come strumento per continuare a salvaguardare gli interessi della dinastia Sabauda che per essere un vero esercito nazionale , come tale fu sconfitta nella sua prima grande prova bellica durante le campagne del 1848-1849 condotte contro il meglio organizzato e potente esercito austriaco. Seppe, però, con tenacia ed orgoglio rapidamente risorgere a nuova vita, grazie soprattutto ad…
  • Der Lange Türkenkrieg, the long Turkish war (1593-1606) – Vol. 1 Quick View
    • Der Lange Türkenkrieg, the long Turkish war (1593-1606) – Vol. 1

    • 8,99
    • La lotta per il Danubio: le guerre austro-ottomane del XVI secolo La guerra del 1593-1606 può essere considerata come l’episodio finale di un lungo duello fra Vienna e Istanbul iniziato dopo la battaglia di Mohács (1526). A seguito di quella vittoria, il sultano aveva esteso il suo controllo su due terzi dell’Ungheria e minacciava direttamente l’Austria, di fatto la sola potenza che gli si opponeva nella regione danubiana. La Porta cercò di estendere il controllo politico su tutto il regno…
  • L’esercito del Regno di Napoli (1806-1815) – Vol. 1 La fanteria Quick View
    • L’esercito del Regno di Napoli (1806-1815) – Vol. 1 La fanteria

    • 8,99
    • L'Esercito del Regno di Napoli, attivo durante il decennio napoleonico francese, fu una forza armata di terra che prese parte, al fianco della Grande Armata, a molte delle principali campagne delle guerre napoleoniche. Con l'occupazione napoleonica del 1806 il trono napoletano venne affidato in un primo momento a Giuseppe Bonaparte, fratello di Napoleone. Dal 1808, fino al 1815, il trono napoletano fu occupato invece da Gioacchino Murat, uno dei più brillanti comandanti militari dell'impero napoleonico, nonchè cognato di Napoleone avendone…
  • I lanzichenecchi, le milizie germaniche tra ‘400 e ‘500 Quick View
    • I lanzichenecchi, le milizie germaniche tra ‘400 e ‘500

    • 8,99
    • Nati in Germania, da un'idea dell'imperatore Massimiliano I° che istituì; queste milizie nel 1487, sul modello dei mercenari svizzeri, di cui diventarono presto feroci antagonisti. Soldati mercenari provenienti prevalentemente dalle regioni tedesche del Sacro Romano Impero, che combatterono tra la fine del XV e la fine del XVII secolo. Il termine deriva dal tedesco Landsknecht, cioè servo della regione (Land = terra, patria + Knecht = servitore). Presenti sui principali campi di battaglia della prima metà del 500, sono famosissimi…
  • The landsknechts, german militiamen from late XV and XVI century Quick View
    • The landsknechts, german militiamen from late XV and XVI century

    • 8,99
    • The German Landsknechte (German plural, singular Landsknecht), meaning "servants of the land", were colourful mercenary soldiers with a redoubtable reputation, who took over the Swiss forces' legacy and became the most formidable military force of the late 15th and throughout 16th century Europe, consisting predominantly of German and Swiss mercenary pikemen and supporting foot soldiers, they achieved the reputation for being the universal mercenary of early modern Europe. Was Maximilian I, Holy Roman Emperor from 1493 to 1519, the founder…
  • L’esercito imperiale al tempo del principe Eugenio di Savoia (1690 – 1720), parte II: la cavalleria – Vol. 2 Quick View
    • L’esercito imperiale al tempo del principe Eugenio di Savoia (1690 – 1720), parte II: la cavalleria – Vol. 2

    • 8,99
    • Negli anni in cui si svolse l'operato del grande capitano italiano, si formò la tradizione dell'esercito asburgico e in particolare della cavalleria, nella quale il reggimento di dragoni appartenuto al principe Eugenio mantenne il nome del suo colonnello fino al 1918, onore riservato a nessun altro soldato nella storia d'Austria. Per la prima volta riunite in un solo saggio l'organizzazione, le uniformi, le insegne e la storia di tutti i reparti a cavallo di Casa d'Austria e della Reichsarm e…
  • L’esercito imperiale al tempo del principe Eugenio di Savoia (1690 – 1720), parte II: la cavalleria – Vol. 1 Quick View
    • L’esercito imperiale al tempo del principe Eugenio di Savoia (1690 – 1720), parte II: la cavalleria – Vol. 1

    • 8,99
    • Negli anni in cui si svolse l'operato del grande capitano italiano si formò la tradizione dell'esercito asburgico e in particolare della cavalleria, nella quale il reggimento di dragoni appartenuto al principe Eugenio mantenne il nome del suo colonnello fino al 1918, onore riservato a nessun altro soldato nella storia d'Austria. Per la prima volta riunite in un solo saggio l'organizzazione, le uniformi, le insegne e la storia di tutti i reparti a cavallo di Casa d'Austria e della Reichsarm e…
  • La brigata ebraica e le unità ebraiche nell’esercito britannico durante la seconda guerra mondiale Quick View
    • La brigata ebraica e le unità ebraiche nell’esercito britannico durante la seconda guerra mondiale

    • 8,99
    • Durante la seconda guerra mondiale, non meno di 35.000 ebrei provenienti dalla Palestina, allora sotto mandato inglese, servirono nell'esercito britannico come volontari. Verso la fine della guerra, nel settembre 1944, venne creata una Brigata Ebraica combattente, che servì sul fronte italiano. Intanto volontari ebrei provenienti dalla Palestina Mandataria servivano nelle più disparate unità dell'esercito inglese, in corpi non combattenti come i pionieri (Army Pioneer Corps), trasporti (Royal Army Service Corps), genio (Royal Engineers), ed in unità combattenti come l'artiglieria (Royal…
  • Le guerre polacco-ottomane (1593-1699) – Vol. 2: gli scontri armati Quick View
    • Le guerre polacco-ottomane (1593-1699) – Vol. 2: gli scontri armati

    • 8,99
    • “Guerre polacco-ottomane” (en. Polish-ottoman wars) è la nomenclatura anglosassone indicante una serie di conflitti che opposero, nel corso XVII secolo, l’Impero ottomano e la Confederazione polacco-lituana, lo Stato europeo allora più esteso e più popoloso. Fu uno scontro armato molto diverso da quelli allora combattuti in Europa: un tipo di guerra basato su rapide battaglie di cavalleria invece che sullo schianto di falangi di fanteria. Le ragioni di questa anomalia sono da ricercarsi nella natura stessa delle forze armate implicate…
  • Le guerre polacco-ottomane (1593-1699) – Vol. 1: le forze in campo Quick View
    • Le guerre polacco-ottomane (1593-1699) – Vol. 1: le forze in campo

    • 8,99
    • “Guerre polacco-ottomane” (en. Polish-ottoman wars) è la nomenclatura anglosassone indicante una serie di conflitti che opposero, nel corso XVII secolo, l’Impero ottomano e la Confederazione polacco-lituana, lo Stato europeo allora più esteso e più popoloso. Fu uno scontro armato molto diverso da quelli allora combattuti in Europa: un tipo di guerra basato su rapide battaglie di cavalleria invece che sullo schianto di falangi di fanteria. Le ragioni di questa anomalia sono da ricercarsi nella natura stessa delle forze armate implicate…
  • I Longobardi Quick View
    • I Longobardi

    • 8,99
    • I Longobardi erano una popolazione germanica orientale, protagonista tra il II e il VI secolo di una lunga migrazione che la portò dal basso corso dell'Elba fino all'Italia. Il movimento migratorio ebbe inizio nel II secolo, ma soltanto nel IV l'intero popolo avrebbe lasciato il basso Elba; durante lo spostamento, avvenuto risalendo il fiume, i Longobardi approdarono prima al medio corso del Danubio (fine V secolo), poi in Pannonia (VI secolo), dove consolidarono le proprie strutture politiche e sociali, si…
  • L’esercito piemontese alla vigilia della seconda guerra per l’indipendenza dell’Italia (1849 – 1859) – Vol. 2 Quick View
    • L’esercito piemontese alla vigilia della seconda guerra per l’indipendenza dell’Italia (1849 – 1859) – Vol. 2

    • 8,99
    • Nel periodo storico universalmente riconosciuto come "Risorgimento italiano" un ruolo di primo piano venne ricoperto dall'Armata Sarda. Risorta nel periodo della restaurazione più come strumento per continuare a salvaguardare gli interessi della dinastia Sabauda che per essere un vero esercito nazionale, come tale fu sconfitta nella sua prima grande prova bellica durante le campagne del 1848-1849 condotte contro il meglio organizzato e potente esercito austriaco. Seppe, però con tenacia ed orgoglio rapidamente risorgere a nuova vita, grazie soprattutto ad un'importante…
  • L’esercito piemontese alla vigilia della seconda guerra per l’indipendenza dell’Italia (1849 – 1859) – Vol. 1 Quick View
    • L’esercito piemontese alla vigilia della seconda guerra per l’indipendenza dell’Italia (1849 – 1859) – Vol. 1

    • 8,99
    • Nel periodo storico universalmente riconosciuto come "Risorgimento italiano" un ruolo di primo piano venne ricoperto dall'Armata Sarda. Risorta nel periodo della restaurazione più come strumento per continuare a salvaguardare gli interessi della dinastia Sabauda che per essere un vero esercito nazionale, come tale fu sconfitta nella sua prima grande prova bellica durante le campagne del 1848-1849 condotte contro il meglio organizzato e potente esercito austriaco. Seppe, però con tenacia ed orgoglio rapidamente risorgere a nuova vita, grazie soprattutto ad un'importante…
  • Il grande armoriale del Toson d’Oro – Vol. 1 Quick View
    • Il grande armoriale del Toson d’Oro – Vol. 1

    • 8,99
    • L'Ordine del Toson d'oro fu istituito il 10 gennaio 1430 da Filippo III di Borgogna, a Bruges, per celebrare il proprio matrimonio con la principessa portoghese Isabella d'Aviz, mentre il primo statuto reca la data del 27 Novembre 1430. L'Ordine del Toson d'Oro venne modellato sull'esempio dell'Ordine della Giarrettiera inglese, ma venne dedicato a Sant'Andrea, che ancora oggi è il patrono supremo dell'Ordine. Filippo di Borgogna, il fondatore, era infatti stato nominato cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera a partire dal 1422,…
  • L’esercito romano da Romolo a re Artù – Volume 3: da Caracalla a re Artù, III – VI sec. d.C. Quick View
    • L’esercito romano da Romolo a re Artù – Volume 3: da Caracalla a re Artù, III – VI sec. d.C.

    • 8,99
    • Inizia la decadenza dell’impero ed anche il suo esercito è sottoposto a continui mutamenti, per adeguarsi ai Barbari che, sempre più potenti, invadono i territori di Roma. Caduto l’Impero d’Occidente , con Giustiniano e Arturo la tradizione dei soldati romani rivivrà ancora momenti di gloria. Il periodo del tardo Impero e della sua caduta, raccontato attraverso le battaglie e le vite degli ultimi Magistres Militum, 16 splendide tavole a colori e numerose illustrazioni.
  • L’esercito romano da Romolo a re Artù – Volume 2: da Augusto a Caracalla, 30 a. C – 217 d. C. Quick View
    • L’esercito romano da Romolo a re Artù – Volume 2: da Augusto a Caracalla, 30 a. C – 217 d. C.

    • 8,99
    • Continua il viaggio degli autori nel mondo dell'esercito romano: in questo secondo volume si racconta la storia delle legioni imperiali del periodo classico, durante il quale l'Impero raggiunse il massimo della sua estensione territoriale. Attraverso 16 splendide tavole a colori e numerose illustrazioni, vengono raccontate le tattiche, le battaglie e le vite dei generali che fecero grandi le legioni di Roma.
  • L’esercito romano da Romolo a re Artù – Volume 1: da Romolo all’avvento di Ottaviano, VIII sec. a.C. – fine I sec. a.C. Quick View
  • L’esercito del Regno Italico 1805-1814 – Vol. 3 Artiglieria, Genio e Servizi Quick View
    • L’esercito del Regno Italico 1805-1814 – Vol. 3 Artiglieria, Genio e Servizi

    • 8,99
    • Pochi anni fa sono stati celebrati i centocinquant'anni dell'unità d'Italia, avvenuta come noto il 17 marzo 1861. Processo avvenuto a termine di quel lungo percorso storico noto col nome di Risorgimento. Tuttavia un primo seme di italianità, e non solo nella denominazione, si ebbe con la nascita, nel 1805 del Regno Italico, stato a sua volta figlio delle repubbliche Cisalpina, Cispadana e altre fiorite a seguito della Rivoluzione francese. Quel ventennio napoleonico portò in Italia gioie e dolori, fu un…
  • L’esercito del Regno Italico 1805-1814 – Vol. 2 la Cavalleria Quick View
    • L’esercito del Regno Italico 1805-1814 – Vol. 2 la Cavalleria

    • 8,99
    • Pochi anni fa sono stati celebrati i centocinquant'anni dell'unità d'Italia, avvenuta come noto il 17 marzo 1861. Processo avvenuto a termine di quel lungo percorso storico noto col nome di Risorgimento. Tuttavia un primo seme di italianità, e non solo nella denominazione, si ebbe con la nascita, nel 1805 del Regno Italico, stato a sua volta figlio delle repubbliche Cisalpina, Cispadana e altre fiorite a seguito della Rivoluzione francese. Quel ventennio napoleonico portò in Italia gioie e dolori, fu un…
  • L’esercito del Regno Italico 1805-1814 – Vol. 1 La Fanteria Quick View
    • L’esercito del Regno Italico 1805-1814 – Vol. 1 La Fanteria

    • 8,99
    • Pochi anni fa sono stati celebrati i centocinquant'anni dell'unità d'Italia, avvenuta come noto il 17 marzo 1861. Processo avvenuto a termine di quel lungo percorso storico noto col nome di Risorgimento. Tuttavia un primo seme di italianità, e non solo nella denominazione, si ebbe con la nascita, nel 1805 del Regno Italico, stato a sua volta figlio delle repubbliche Cisalpina, Cispadana e altre fiorite a seguito della Rivoluzione francese. Quel ventennio napoleonico portò in Italia gioie e dolori, fu un…
  • I volontari stranieri e le brigate internazionali in Spagna (1936-39) Quick View
    • I volontari stranieri e le brigate internazionali in Spagna (1936-39)

    • 8,99
    • I VOLONTARI STRANIERI E LE BRIGATE INTERNAZIONALI IN SPAGNA (1936-39) “La Spagna ci ha insegnato che si può aver ragione ma essere battuti, che la forza bruta può sconfiggere lo spirito e che il coraggio da solo non basta…”  Albert Camus Il 22 settembre 1938 - nel mezzo dei furiosi combattimenti sull’Ebro - nella vana illusione di ottenere come contropartita il ritiro dei contingenti italiano e tedesco, il governo della Repubblica Spagnola comunicò la decisione di richiamare dal fronte tutti i…
  • Foreign volunteers and International Brigades in the Spanish civil war (1936-39) Quick View
    • Foreign volunteers and International Brigades in the Spanish civil war (1936-39)

    • 8,99
    • The International Brigades (Spanish: Brigadas Internacionales) were military units made up of volunteers from different countries, who traveled to Spain to fight for the Second Spanish Republic in the Spanish Civil War between 1936 and 1939.The number of combatant volunteers has been estimated at between 32,000–35,000, though with no more than about 20,000 active at any one time. A further 10,000 people probably participated in non-combatant roles and about 3,000–5,000 foreigners were members of CNT or POUM.[1] They came from…

ULTIME NOVITA'