SS-Kampfgruppe Peiper 1943-1945


 

5,99

RK-011

questo prodotto viene distribuito in modo elettronico (scaricabile).

Joachim 'Jochen' Peiper, uno dei più famosi e valorosi ufficiali tedeschi che militarono nella Waffen SS, ma anche un personaggio descritto normalmente dalla storiografia ufficiale come un mostro, come uno tra i più feroci criminali di guerra tedeschi della Seconda Guerra Mondiale. E' sempre molto difficile dover parlare del soldato Peiper, anche volendo affrontare l'argomento solo da un punto di vista strettamente storico-militare. L'intento di questo lavoro è principalmente quello di ripercorrere la carriera militare di Joachim Peiper e descrivere le azioni militari in cui furono impegnati i reparti della Leibstandarte Adolf Hitler al suo comando, azioni che ancora oggi sono studiate ed analizzate in tutte le accademie militari del mondo e a cui sono continuamente dedicate nuovi studi e nuove pubblicazioni storico-militari. Queste azioni furono condotte da uomini coraggiosi e temerari, condotti in battaglia da comandanti di valore, non da criminali fanatici assetati di sangue. Furono sicuramente commessi degli abusi, dei crimini contro i prigionieri nemici, le popolazioni civili, tutte inevitabili conseguenze della guerra, degli scontri tra reparti nemici, combattuti a ridosso dei centri abitati e tutto questo lo diciamo senza voler minimamente giustificare o esaltare queste azioni esecrande. Peiper, a partire dal 1943, fu sempre posto al comando di raggruppamenti motorizzati e corazzati della Leibstandarte Adolf Hitler, fin dai combattimenti sul fronte di Kharkov tra il febbraio e il marzo del 1943, al comando del III.(gep.)/2, passando per i combattimenti per il saliente di Kursk, la nuova campagna sul fronte ucraino tra l'autunno e l'inverno del 1943-44 al comando dell'SS-Pz.Rgt.1, i combattimenti sul fronte di Normandia, la controffensiva nelle Ardenne, fino agli ultimi combattimenti sul fronte ungherese e in Austria. L'analisi delle varie battaglie viene raccontata attraverso le testimonianze dei diretti protagonisti, i rapporti di guerra del periodo, i documenti originali, accompagnando il tutto come sempre con un eccezionale corredo iconografico, mappe, documenti e immagini, provenienti dagli archivi militari di tutto il mondo e dalle principali collezioni private, per rendere ancora più avvincente la trattazione degli argomenti. Sperando di aver realizzato un buon lavoro, colgo l'occasione per ringraziare tutti gli amici e i collaboratori che hanno contribuito alla realizzazione di questa nuova pubblicazione, e invito tutti a segnalare eventuali aggiunte o correzioni.