Per me era mio papà

Silvio Galli, Pagine: 222, Italiano


 

14,00

BMS-010
In stock
+
Sono passati vent’ anni da quella domenica di luglio quando Alberto Galli muore a Locatello, Valle Imagna per una caduta su un sentiero. L’autore, il figlio Silvio, raccoglie in questo libro una selezione di scritti, discorsi, relazioni, tenuti dal papà in ambiti strettamente politici o pubblici, che coprono una cinquantina d’anni di vita pubblica dell’Alberto Galli sindacalista (Magrini e CISL), uomo politico (della D.C. dalla cittadina a Roma), uomo delle Istituzioni (in Regione Lombardia da Consigliere e Assessore alla Cultura).  
Il libro rappresenta una sorta di testamento pubblico dell’Alberto Galli, uomo cattolico al servizio della comunità, perché la sua statura politica ed umana non vada persa nell’inesorabile scorrere del tempo moderno.
Silvio Galli
222
Settembre 2017
Soldiershop
Italiano